Il Business Plan: definizione e principali caratteristiche

Il Business Plan viene redatto per definire gli obiettivi e la mission aziendale e serve per pianificare le strategie patrimoniali, economiche e finanziarie dell’impresa. Il business plan è molto utile sia all’interno dell’impresa per pianificare e guidare le strategie aziendali che all’esterno, diventando il documento programmatico da presentare ai possibili investitori. Il business plan deve essere redatto con cura e deve riguardare ogni aspetto dell’azienda per poter consentire agli investitori di valutare i rischi e di decidere la solidità e la validità del progetto. Il business plan è un documento che delinea e pianifica le strategia dell’impresa nel medio-lungo termine e non prevede solo la stesura del budget finanziario ma riguarda anche l’organizzazione delle risorse, l’individuazione e l’analisi del mercato, gli obiettivi da conseguire e i servizi/prodotti offerti.

Come redigere un Business Plan

Nella redazione di un business plan non vi sono regole precise da seguire ma vi sono alcune linee guida che determineranno o meno il successo del vostro progetto. Innanzitutto è opportuno sintetizzare nelle prime pagine del documento l’idea progettuale e presentare in breve l’impresa evidenziando gli obiettivi e le strategie. La prima parte è dedicata alla presentazione dell’impresa, se già costituita bisogna indicare il tipo di attività, il numero dei dipendenti, le risorse a disposizione e quali saranno gli obiettivi o gli interventi da intraprendere. Nel caso l’impresa non sia ancora costituita è opportuno presentare un quadro ipotetico ma realistico della futura attività indicando precisamente i costi di avviamento e di gestione, il campo di attività, ecc. Il corpo centrale del business plan è dedicato alla presentazione dell’attività o dei servizi offerti e al ciclo di produzione. In un business plan è fondamentale argomentare ogni singola voce e usare un linguaggio comprensibile ma non semplicistico. Il capitolo del documento riservato agli investimenti e alle risorse deve essere redatto considerando un arco di tempo di 5-10 anni, tempo necessario per poter concretamente creare un proficuo progetto imprenditoriale. Nel business plan è inoltre opportuno allegare il curriculum vitae dei soci fondatori per consentire agli investitori di valutare la professionalità dei proponenti.

Come sviluppare un’impresa con il business plan

Prima di redigere il business plan è necessario analizzare il mercato e porsi degli obiettivi realistici per non rischiare di veder fallire nel breve termine la propria impresa, inoltre bisogna valutare precisamente i rischi di impresa. Per poter redigere un business plan che riesca a farvi ottenere degli investitori è necessario affidarsi a degli esperti come i consulenti di Half Pocket che aiutano chiunque abbia delle idee imprenditoriali a realizzare con successo il proprio progetto. Half Pocket si occupa di assistere il futuro imprenditore nella redazione di un business plan competo e puntuale che sia in grado di attirare potenziali investitori così da rendere le vostre idee finalmente un reale progetto di impresa.

Il Business Plan: definizione e principali caratteristiche
Vota questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *