rilevatore antincendio

Come scegliere un rilevatore antincendio

Un rilevatore antincendio è molto importante per un appartamento, ma sopratutto per un negozio, un magazzino o altro tipo di locale. Il fine dell’impianto è quello di rilevare fumo ed eventuali fiamme e , tramite un segnale acustico, avvertire i presenti, oppure attivare un impianto di spegnimento.

Tipi di impianto di rilevazione incendio

Gli impianti di rilevazione incendio si possono suddividere in due grandi famiglie: puntiformi e lineari. Quello puntiforme consiste in strutture installate in più punti sul soffitto, laddove arriva il fumo, in maniera tale da avere una copertura totale della stanza. Gli impianti lineari, invece, vengono utilizzati per ambianti molto grandi, quali possano essere, ad esempio, i capannoni industriali, dove è difficile prevedere dove il fumo vada ad innalzarsi.

Solitamente gli impianti di rilevazione incendio funzionano con un sensore che proietta un raggio laser ad un ricevitore situato nella parte opposta. Quando vi è del fumo che passa attraverso il raggio, la sua potenza diminuisce, allertando il ricevitore, che a sua volta innesca l’impianto antincendio.

Gli impianti lineari più diffusi hanno un funzionamento diverso, e sfruttano l’effetto Tyndall, un fenomeno di diffusione della luce dovuto alla presenza di particelle. In questo caso abbiamo un congegno emettitore di luce e un ricevitore: le particelle generate dal fumo faranno rimbalzare la luce fino al ricevitore, innescando l’impianto antincendio.

impianti antincendioVi è poi l’impianto a rilevatore di fiamma che riconosce la radiazione infrarossa e ultravioletta, innescando l’allarme o lo spegnimento. Nei locali suscettibili a fiamma viene utilizzato il tipo “a campionamento”: qui delle ventole aspirano l’aria in un condotto munito di sensori, che rilevano il fumo e fanno scattare l’impianto antincendio.

Come ultimo tipo abbiamo l’impianto a temperatura, che percepisce l’innalzamento repentino del calore, o il raggiungimento di una soglia fissata di temperatura, oltre la quale scatta l’allarme antincendio.

Installazione dell’impianto

Per scegliere un impianto antincendio è bene rivolgersi a delle ditte specializzate del settore, essendo della apparecchiature anche delicate da trattare, e complesse da installare.  A scegliere il professionista della nostra zona adatto alle nostre esigenze ci viene in aiuto internet, infatti basta digitare ad esempio antincendio padova, per trovare le imprese esperte nel settore. A seconda della grandezza dell’ambiente da proteggere ci consiglieranno le tipologie di impianti più adatti. Consigliamo di contattare più di un’azienda, di farvi fare un preventivo, e di farvi dare tutte le spiegazioni e delucidazioni del caso, quindi un’attenta valutazione dei rischi e dei pericoli che l’ambiente da proteggere possiede e in seguito avrete i dati per decidere a chi affidare i lavori di messa in opera dell’impianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *