Come riconoscere una pasta di qualità

Una cosa è certa: la pasta è la più amata dagli italiani, non importa se è lunga o corta, liscia o rigata, la cosa fondamentale è avere gli strumenti utili per scegliere quella giusta affinché sia di alta qualità visto e considerato che la si mangia tutti i giorni.

Come acquistare una pasta di qualità

L’offerta sul mercato al giorno d’oggi è davvero molto ampia: la si può acquistare a pochi centesimi al chilo fino ad arrivare addirittura a 8 o 9€ al chilo (in questo caso parliamo di pasta artigianale o pasta biologica).

Ma perché una pasta può costare pochi centesimi al kg?

La risposta è semplice: dipende dalla qualità di grano che viene utilizzata per la realizzazione della stessa.

Purtroppo ci sono alcune aziende che pur di risparmiare sul prodotto finito si rivolgono alle imprese dell’Est Europa (Turchia, Ucraina) e le conseguenze che ne derivano non sono propriamente soddisfacenti.

Detto questo vediamo nel dettaglio quali sono i criteri che bisogna mettere in atto per sceglierla di qualità.

Scegliere una pasta di qualità: i fattori da considerare

Questo è il primo parametro che bisogna tenere in considerazione.

Prediligere dunque, una pasta di grano 100% italiano è il primo passo da compiere, così facendo si eviteranno pesticidi o altre sostanze nocive per l’organismo.I

La trafilatura deve essere al bronzo e non al teflon.

Il perché di questa scelta sta nel fatto che la trafilatura al bronzo è in grado di mantenere l’impasto omogeneo e in aggiunta il gusto viene maggiormente preservato rispetto all’altra tipologia.

L’essiccazione deve avvenire in maniera lenta e a basse temperature

La lenta essiccazione mantiene intatte sia la struttura del glutine che gli amidi e in più le vitamine non si degradano, pertanto il risultato che ne consegue  è una migliore qualità nutrizionale che migliora gusto e struttura.

Con il processo dell’essiccazione rapida ad alte temperature invece, è molto facile che vengano prodotte sostanze tossiche come la furosina.

Come si riconosce la pasta di qualità

La si riconosce mediante la vista e al tatto.

Una pasta industriale essiccata ad alte temperature ha un colore giallo paglierino intenso e al tatto si presenta liscia e lucida, mentre una pasta di qualità il colore si avvicina al marroncino ed è ruvida e opaca.

Dove si può trovare la pasta di qualità

La si può trovare al supermercato ma occorre leggere bene l’etichetta sulla confezione, oppure è bene rivolgersi a negozi specializzati in alimenti naturali o biologici.

In quest’ultimo caso il prodotto sarà sicuramente di qualità perché oltre alla scelta accurata delle materie prime anche il macchinario impiegato, ovvero la pressa per pasta regolamentato dalle normative vigenti, non deluderà poiché sia il gusto che il sapore verranno preservati.

Vota questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *