Il diritto d’autore – Perché esiste e cosa tutela

Tutelare il diritto d’autore oggi giorno diventa sempre più difficile e complesso. Tale difficoltà è legata non solamente alla necessità della tutela in sé, sempre più sentita e diffusa a livello globale, ma soprattutto alla varietà delle attività intellettuali che possono essere protette e dai contesti in cui le relative tutele si rendono sempre più necessarie (Internet su tutti).
Quale istituto giuridico, il diritto d’autore, ha il compito di tutelare i risultati di tali attività intellettuali, su tutte quella creativa legata ad un’opera.
Si suole scindere principalmente il diritto d’autore in due tipologie: morale e patrimoniale.
Se da una parte il diritto patrimoniale dell’autore riveste un ruolo essenziale, dall’altra il diritto morale coinvolge aspetti ugualmente significativi. Rientrano nel diritto morale il diritto a rivendicare la paternità della produzione oppure di opporsi a qualsivoglia modifica dell’opera in sé che possa essere ritenuta lesiva della persona, dell’onore e della reputazione del soggetto che detiene il diritto d’autore.
Il diritto morale implica anche la possibilità di non far pubblicare o utilizzare una determinata opera e di oscurare la paternità della stessa.
Gli scopi riconnessi tuttavia al diritto d’autore, quale istituto giuridico, sono invece principalmente due:
In primis, la tutela dell’atto creativo in sé, intesa come tutela dell’impegno profuso per realizzare l’opera o la produzione artistica, scientifica, musicale, letteraria, architettonica, cinematografica, radiofonica o informatica che sia. In secondo luogo, troviamo la tutela economica nei confronti dell’autore dell’opera, forse quella che desta maggiore interesse e che può causare problematiche di differente tipologia per effetto della illecita diffusione di opere e contenuti. L’autore di una produzione ha infatti diritto a essere retribuito qualora altri usufruiscano o diffondano le proprie opere.
Ovviamente, esistono alcune facoltà che non sono proprie dell’autore. La legge stabilisce infatti che le opere possano essere oggetto di alcune libere utilizzazioni, precisamente regolate.
In Italia l’organo atto a tutelare il diritto d’autore è la Società Italiana degli Autori ed Editori, ovvero la cosiddetta SIAE. Può succedere, se si è soliti realizzare opere che rientrano nelle categorie precedentemente menzionate, riscontrare una violazione del diritto d’autore ai propri danni da parte di terzi. Considerato che il più delle volte è complesso districarsi tra le regole che disciplinano il settore, è sempre opportuno avvalersi del supporto di un avvocato esperto in diritto d’autore, per una miglior tutela dei propri diritti, tanto morali quanto patrimoniali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.