Emergenze sanitarie? C’è il medico a domicilio

Ormai da diversi anni non si fa altro che parlare di come il sistema sanitario italiano sia sempre più compromesso. Non si vuole qui aprire una polemica che lascia il tempo che trova, ma piuttosto dare un’alternativa a tutti coloro i quali non riescono a fruire dei servizi mutuabili ma che hanno comunque delle emergenze a cui far fronte. Questo può essere il caso di un anziano che debba effettuare un elettrocardiogramma e non abbia la possibilità di muoversi, o magari di una mamma con il neonato con l’otite di sabato, proprio quando il pediatra, ovviamente, non è in studio. Insomma, le motivazioni che hanno dato l’input per creare questo servizio innovativo sono le più diverse. Ma vediamo meglio chi sono i medici a domicilio.

Medici a domicilio, sono medici a tutti gli effetti

Non si tratta di una nuova categoria di professionisti, si tratta semplicemente di medici che invece di lavorare nell’ambito del servizio pubblico hanno optato per lo svolgimento della loro professione in via privata, quindi le loro prestazioni sono a pagamento. Questo tipo di servizio va a integrare quel servizio sanitario pubblico che purtroppo, come è ormai noto, inizia a collassare. Chi dunque ha necessità di una prestazione con carattere d’urgenza ha oggi una nuova alternativa, quella di optare per un servizio professionale a pagamento.

Un servizio efficiente e di qualità

Il fatto che si tratti di un sevizio a pagamento può essere visto come una garanzia di qualità. I medici a domicilio, infatti, lavorano come liberi professionisti, sebbene abbiano assolutamente studiato medicina, superato gli esami di abilitazione alla professione, svolto regolare tirocinio e fatto esperienza nelle strutture pubbliche. Semplicemente hanno optato per un percorso differente che si svolge in modo parallelo a quello della sanità pubblica. Una figura che aveva iniziato a intraprendere questo percorso in “privato” è quella dell’ostetrica, da prima presente solo negli ospedali, oggi offre sempre più spesso servizi a pagamento come corsi pre-parto e affiancamento della gravida fino alla nascita – talvolta anche in casa se le condizioni della donna lo consentono – del bambino e oltre.

Quali sevizi si possono richiedere

I servizi offerti dai medici a domicilio sono i più diversi, dall’assistenza di un anziano per un malore improvviso, alla semplice “pulizia” delle orecchie, o un elettrocardiogramma, o la visita di un bambino. Vengono inoltre svolti a domicilio esami radiologici, neurologici, ecografie tiroidee, insomma, tutto quello che serve e che facendo riferimento al solo servizio di sanità pubblica si riuscirebbe a fare, forse, nel giro di un anno.

Tutti noi, purtroppo, siamo a conoscenza delle lungaggini del CUP. A chi dare le colpe? Impossibile saperlo, è un cane che si morde la coda, quel che si sa con certezza è che per prendere alcuni appuntamenti che magari avrebbero un certo carattere d’urgenza, possono volerci non solo mesi, ma anche anni, e in alcuni casi, certe persone, tutto quel tempo a disposizione non lo hanno.

Ecco che un servizio come quello dei medici a domicilio diventa di fondamentale importanza per dare una corsia più rapida a chi abbia necessità di svolgere un determinato esame o di avere una diagnosi in tempi brevi e, soprattutto, senza doversi spostare dalla propria abitazione a qualsiasi ora del giorno tutti i giorni: generalisti e specialisti sono disponibili 24 ore su 24.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.